Pubblicazioni Online

Le pubblicazioni di matrimonio rappresentano la prima fase burocratica del matrimonio, seguono la formalizzazione delle promesse e precedono la celebrazione del matrimonio. 

La promessa di matrimonio è il momento in cui per la prima volta i futuri sposi concretizzano la volontà di unirsi in matrimonio presentando richiesta al comune di residenza. Si tratta di una dichiarazione d’intenti totalmente libera, non per forza devono essere presenti entrambi i membri della coppia (ne basta anche solo uno con delega), non comporta nessun obbligo a finalizzare il matrimonio ma è il primo passo concreto verso di esso ed è necessaria affinché avvengano le pubblicazioni.

Una volta reso pubblico l’atto presso l’albo pretorio del comune ove è stata fatta richiesta di pubblicazione, i futuri sposi hanno 180 giorni ovvero 6 mesi di tempo per celebrare il matrimonio. Si tratta di una procedura necessaria sia per il rito civile che per quello religioso, al termine della quale non resta che pensare al lieto giorno e all’organizzazione dei festeggiamenti.

Forse non tutti sanno che ormai da qualche anno le pubblicazioni sono disponibili anche online e non si tratta di una semplice opzione bensì di un obbligo di legge. La legge che regolamenta le pubblicazioni di matrimonio è contenuta nell’articolo 93 del Codice Civile e recita: “La celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalla pubblicazione fatta a cura dell'ufficiale dello stato civile”. Secondo la legge n° 69 del 18 giugno 2009, ogni atto amministrativo deve essere reso pubblico anche attraverso i mezzi informatici. Si legge infatti all’articolo 32: “gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati.” Questo avviene per il principio di trasparenza di atti e documenti pubblici sancito dall’articolo 117 della Costituzione e tra gli atti a cui si fa riferimento rientrano ovviamente anche le pubblicazioni di matrimonio. 

Per tale motivo le pubblicazioni restano visibili sia sull’albo pretorio fisico che su quello online del comune di residenza per i canonici 8 giorni… tutto il tempo per cedere alla voglia di condividere con parenti e amici più cari la lieta novella.

A proposito di tempi, ecco quali sono i numeri da tenere a mente:

30 giorni è il tempo massimo che intercorre tra la verifica e l’approvazione della documentazione consegnata in comune e la pubblicazione delle partecipazioni, che avviene sia sull’albo fisico che sull’albo pretorio online

8 giorni è la durata dell’affissione e della pubblicazione online delle vostre pubblicazioni di matrimonio

180 giorni, ovvero 6 mesi, è l’arco di tempo in cui potrà essere celebrato il vostro matrimonio, oltre tale termine la procedura perde validità

4 giorni è il tempo in cui verrà rilasciato il certificato di eseguite pubblicazioni/nullaosta al matrimonio religioso valido agli effetti civili, una volta avvenuta l’esposizione delle pubblicazioni.

Una volta affisse e rese note le pubblicazioni, non vi resta che iniziare a pensare all’abito e alla cerimonia di nozze. L’organizzazione del vostro matrimonio è avviata ed entro 6 mesi sarete marito e moglie.

Scrivi commento

Commenti: 0