Organizzare un matrimonio in 3 mesi - Parte 2

Proseguiamo il nostro viaggio attraverso accorgimenti da tenere presenti e consigli degli esperti di SR W&EP per organizzare un matrimonio in soli 3 mesi. Dopo aver affrontato gli aspetti relativi a pratiche burocratiche, catering, location e scelta dell’abito, procediamo con la descrizione di altri aspetti organizzativi: acquisti, fornitori, inviti e invitati, allestimenti e lista nozze.

 

Fornitori: scegliere e contrattare

Fate una breve selezione di quello che occorre e dei relativi fornitori scartando ciò che non serve. Se avete un amico fotografo da coinvolgere, per esempio, potete depennare questa voce dall’elenco dei fornitori. Usate il passaparola o la ricerca via web per capire più velocemente quali possono essere nomi e professionisti consigliati, da contattare e con cui contrattare. Farsi fare più di un preventivo per ogni acquisto da effettuare dovrebbe essere la regola, alternativamente occorre informarsi sui prezzi di mercato e scegliere in base al miglior rapporto qualità - prezzo. 

 

L’acquisto di fedi e fiori

Tra le spese da tenere imprescindibilmente presenti rientra l’acquisto di fedi e fiori. Per gli anelli potete orientarvi sui modelli in commercio considerano che per l’incisione, qualunque essa sia, potrebbe volerci anche un mese. Se si tratta di una spesa di cui si sono incaricati i testimoni, amici o parenti, potete delegare dedicandovi ad altro, per esempio agli addobbi floreali. Per i fiori potete concordare col fioraio tipologie e composizioni standard utilizzando fiori di stagione acquistati direttamente al mercato all'ingrosso. Se avete passione e dimestichezza con il flower design potete recarvi personalmente al mercato dei fiori all’ingrosso... risparmiando denaro ma impiegando del tempo. A voi la scelta.

 

La conta degli invitati

Organizzare le nozze per 200 invitati in soli tre mesi può essere rischioso, se non impossibile, a meno che non vi facciate aiutare da un wedding planner professionista o abbiate a disposizione 24 ore su 24 per tutti i 90 giorni a disposizione.

Se volete fare tutto da soli, la soluzione è un ricevimento raccolto per pochi intimi, che forse perderà in spettacolarità ma ne guadagnerà in romanticisimo. In questo caso il consiglio è di circondarsi solo di persone realmente vicine alla coppia preferendo amici e legami sinceri rispetto ad inutili inviti puramente formali o di cortesia.

 

Save the Date: la tecnologia che aiuta

La tecnologia risulta provvidenziale quando non ci sono i tempi necessari per realizzare le partecipazioni standard o semplicemente per programmare le spedizioni aspettando le risposte di ciascun invitato. Inviando un semplice Save the Date via email, chat o social risparmierete tempo e potrete ottenere riscontri in modo più rapido e veloce. Si tratta di una versione più easy delle partecipazioni, in grado di informare tutti anche circa luogo, data e ora. 

 

Una volta fatta la conta degli invitati, non resta che pensare agli allestimenti e alle decorazioni. Nel terzo articolo di questo speciale nozze lastminute verranno esaminate opportunità e criticità dell’home made oltre ad essere valutate proposte alternative alla classica lista nozze.