Abiti da cerimonia

L'outfit da matrimonio è una scelta impegnativa anche per gli invitati, soprattutto se si tratta dei testimoni o delle damigelle. A meno che non abbiano ricevuto istruzioni precise dagli sposi o ci sia un particolare dress code per l'evento, la scelta dell'abito è a scelta e discrezione degli invitati. Ecco qualche consiglio sugli errori da non commettere nella scelta degli abiti da cerimonia.

 

Evitare lo stile troppo casual

Un matrimonio è un evento in piena regola e l'outfit ha la sua importanza. Un invitato vestito in modo eccessivamente casual o sportivo può far velatamente trasparire un parco desiderio di partecipare alle nozze. A meno di specifiche richieste, sono assolutamente da evitare: jeans di qualsiasi fattura, taglio e colore, leggings o pantaloni in stile fuseaux se non accostati a bluse lunghe ed eleganti, zainetti e shopping bag, sneakers e scarpe con zeppe in sughero o paglia.

 

Non vestirsi di bianco

Una delle più grandi gaffe dell'invitata è quella di presentarsi con un outfit candido e puro: il bianco è il colore delle nozze ma è la nuance che contraddistingue esclusivamente la sposa, o al massimo un abito da cerimonia per piccole damigelle, per cui sono da evitare abiti bianchi che

creerebbero un'associazione troppo evidente con l'unica vera protagonista dell'evento, la sposa.

 

Non adottare il total black

Il nero è una delle nuance più discusse, nonostante le proposte outfit lanciate dagli stilisti contemplino il nero tra gli abiti da cerimonia. Quindi va bene l'abito nero ma con punti luce, dettagli e accessori colorati, dai bijoux a borsa e scarpe. Assolutamente vietato il total black.

 

Evitare look da red carpet

Regola che vale per tutti gli invitati è il buon gusto e l'appropriatezza del look all'occasione. Un abbigliamento dal look eccessivamente sexy o sopra le righe può non essere adatto ad un ricevimento di nozze, per cui occorre fare attenzione a non eccedere per non cadere nel ridicolo o nella inappropriatezza.  

Il fisico e l'età dettano le regole ma in ogni caso, per non eccedere e cadere nel ridicolo, sono da evitare quei look sexy, attillati, scollati eccessivamente su decoltè o schiena, i mini shorts e le scarpe in formato zatteroni o con plateau esagerati.

 

Non sentirsi a Buckingham Palace

Se si amano i cappelli e lo stile bon ton occorre conoscere le regole di etichetta: il cappello va indossato solo se lo farà la mamma della sposa e solo in caso di cerimonie molto formali, è adatto ai i matrimoni estivi che si svolgono al mattino e va evitato dopo il tramonto. In ogni caso sono da evitare cappelli eccessivamente grandi, piume e velette nere.

 

Non agghindarsi in modo eccessivo e vistoso

Less is more: lo dicono in tanti e lo dice anche il galateo, sia in fatto di abbigliamento che di trucco e accessori. Occorre quindi evitare i colori sgargianti e il trucco pesante, no a gioielli cheap o oversize né a colori o acconciature troppo eccentriche a meno che non rispecchino la propria personalità o ci sia un dress code particolare.