Quale vino scegliere per il menù di nozze

Grazie ai professionisti nel campo degli eventi matrimoniali di SR W&EP di Sabrina Roghi, oggi andiamo a vedere alcune indicazioni e suggerimenti per quanto attiene la scelta del vino per il menù di nozze. Vediamo come fare la scelta giusta e proporre un corretto abbinamento che sappia esaltare le pietanze e il palato in ogni momento del ricevimento.

 

Quando si parla di vino sappiamo bene che in commercio ci sono tantissime tipologie e produttori e addentrarsi nella corretta scelta e abbinamento è un’impresa difficile a meno che non siate esperti del settore. Grazie alle indicazioni fornite da esperti enologi, oggi andremo a vedere quali sono le migliori scelte da abbinare ad un menù di nozze, in modo tale da esaltare le portate messe in tavola e garantire un connubio perfetto in ogni momento della cerimonia.

Aperitivo

La scelta per gli aperitivi di benvenuto deve essere indirizzata su un flute di bollicine, brioso e vivace, come un Prosecco o un Franciacorta. Questi vini frizzanti permettono di preparare il palato ad accogliere i sapori più decisi delle portate successive.

Bianco con il pesce e rosso con la carne per i pasti

Qui l’abbinamento è rigoroso e classico, per portate a base di pesce dovremo scegliere un vino bianco secco, fresco e lapido, mentre per quanto attiene i piatti di carne questi ultimi andranno accompagnati con vini rossi più strutturati e corposi. Un consiglio è quello di tenere una linea ben precisa di vini da inizio a fine pasto, ad esempio della stessa zona geografica, al fine di non creare contrasti o sbalzi di gusto. Iniziate con vini più leggeri per passare poi a vini più pesanti.

Brindisi agli sposi

Il momento solenne del brindisi deve essere fatto stappando una pregiata bottiglia di champagne, elegante e brioso, che saprà donare una nota raffinata e irresistibile alla cerimonia.

 

Dolci

Per i dolci è necessario mettere in campo un vino d’eccellenza, che oltre ad esaltare il gusto del dessert avrà il compito di conservare il sapore del pranzo conclusosi. Qui sono da preferire vini dolci, che accompagnano in modo migliore il cambio di palato da dolce a salato. Un Marsala, Moscato o Passito sono le scelte migliori per un momento dolce come questo!

 

Dopo pasto

Concluse le portate del menù, va messo in tavola quello che viene comunemente chiamato un vino da meditazione, che non va accompagnato da nulla, e sono in generale distillati e liquori che vanno bevuti da soli e con calma, per poterli apprezzare al meglio. Se poi il ricevimento prevede una continuazione con festa danzante andrà previsto una sorta di open bar, in grado di fornire a coloro che rimangono buonissimi wine cocktail, drink realizzati a base di vino che accompagneranno coloro che si scatenano nei balli fino a notte fonda.

 

Queste e molti altri consigli e suggerimenti li potrete avere affidandovi ai professionisti di SR W&EP di Sabrina Roghi, che seguono gli sposi in ogni momento della loro cerimonia per garantirvi che tale giorno rimanga indimenticabile nel tempo!

 

Contattateci per maggiori informazioni e preventivi gratuiti sui nostri servizi!